blog
home / BLOG / Forza, mancate solo voi!

Forza, mancate solo voi!

Pubblicato il 12 aprile 2012

E’ il Continente che manca all’appello. Quello che ancora cerca un suo leader o una nazione che possa spingere un intero movimento, ma è anche il continente delle divisioni e della povertà: l’Africa. La storia ci consegna solo due eventi simbolo, a loro modo non troppo incoraggianti. La prima è l’unica vittoria del Continente, giunta dal Paese più “sui generis”: il Sudafrica. Con una finale vinta a sorpresa, o meglio, per rinuncia. L’altra finalista, l’India, rinunciò a disputare la sfida finale in aperta polemica alle politiche di apartheid. Un’insalatiera senza sorrisi.

Il tennista simbolo del XX secolo è ancor di più “sui generis”: Jaroslav Drobný, un cognome per nulla africano, fu tennista e hockeista cecoslovacco naturalizzato egiziano.

Dopo aver vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi del 1948 con la Cecoslovacchia (su ghiaccio) passò alla terra vincendo Parigi per due anni consecutivi, e sull’erba, nel prestigioso trionfo di Wimbledon 1954. Curiosità: fu il primo tennista mancino a vincere nella City. Passò anche per Roma, e vinse per 3 anni.

Poi più nulla, con un salto generazionale ai giorni nostri. Le speranze sono riposte in Kevin Anderson (Sudafrica, n.33 ATP) e Malek Jaziri (Tunisino, n.86) oltre che sull’algerino Lamine Ouahab.

Per ora vittorie di secondo piano e sconfitte al primo turno degli Slam.

In campo femminile il quadro è ancor più desolante. Solo Chanelle Scheepers, n.42, rientra tra le prime 100 al mondo. Un continente in cerca di guida.
Noi aspettiamo, per veder trionfare i colori e il Sol d’Africa!

 

Image credits: O.Taillon on Flickr