blog
home / BLOG / Il meraviglioso mondo dei tifosi

Il meraviglioso mondo dei tifosi

Pubblicato il 7 febbraio 2012

In Australia, più precisamente a Melbourne, dopo la finale degli Australian Open maschili, c’è stato un gran parlare dei tifosi. In particolare ha fatto discutere il “litigio”, ingigantito poi dai media locali, tra due fan di sesso femminile: una ragazza di 14 anni e una donna ben più adulta.

Dopo aver vinto la partita, Novak Djokovic ha lanciato la sua maglietta in tribuna, proprio in direzione dell’incredula quattordicenne. Tra lei e la maglia si è però inserito il braccio della donna adulta che, intercettando con perfetto tempismo, è riuscita in un primo momento ad accaparrarsi l’indumento nonostante le lamentele della ragazzina che invece sosteneva il lancio di Novak fosse per lei, solo per lei.

Dopo un concitato tira e molla, la donna ha deciso di bandire un’asta di beneficenza per permettere a qualcuno di accaparrarsi l’agognata maglietta e racimolare qualcosa per una giusta causa.
Risultato? Alla madre della giovane è toccato sborsare niente meno che 5.500 dollari australiani.

Questo particolare episodio mi ha fatto pensare a come si comportano i tifosi del tennis nelle varie parti del mondo.

Così ho creato una lista personale di come io vedo i tifosi nel mondo. Alcuni sono spassosi, altri sono aggressivi e altri… beh a loro non importa di nulla se riescono a divertirsi, in un modo o nell’altro.

    • Tifosi spagnoli – a loro piace il tennis in toto ma la maggior parte della loro attenzione è concentrata sui giocatori locali e c’è da dire che su questo hanno praticamente l’imbarazzo della scelta, a partire da uno dei più grandi di tutti i tempi: Rafa Nadal. Una Coppa Davis conquistata in un’arena di campioni è senz’altro qualcosa di cui andare fieri.
    • Tifosi tedeschi – sono ben felici di impegnare le pause con un boccale di birra e qualche  ‘bratwurst“. Nel frattempo incitano il loro campione con impeccabili applausi ritmati.
    • Tifosi americani – hanno il classico atteggiamento “chissenefrega” e sono perfettamente a loro agio nel parlare e muoversi anche nelle fasi di gioco più intense. I tifosi americani di solito pensano di essere a una partita di basket e hanno quel tipico mood “hey buddy ged on wid it“. Ah, non dimentichiamo la bevanda supersized e l’immancabile Hot Dog. Forse non prenderanno le cose nel verso giusto, ma il loro atteggiamento è decisamente divertente.
    • Tifosi inglesi – probabilmente i più educati. Di solito durante una partita in Inghilterra i suoni hanno sempre un incredibile spessore e una grande profondità. Come se tutto fosse trasmesso in stereo o HD. L’applauso è all’unisono, corposo. Giusto il tempo che il primo Pimm’s faccia effetto, ed ecco che partono i vari: “C’mon Roger!” o “C’mon Andy“!
    • Tifosi italiani – forse tra i più divertenti di tutti perché vogliono a tutti i costi essere coinvolti. Quando si parla di fan movimentati e impazienti, gli italiani hanno solo da insegnare. Braccia e mani ovunque e la classica esclamazione “mamma mia” che li ha resi celebri nel mondo. E se non gli piaci come giocatore fa’ attenzione… potresti dover uscire prima del dovuto.
    • Tifosi australiani – Tra i più informati e divertenti. Okay, okay è evidente che sono un australiano, ma è vero! Capiscono bene il gioco e sanno riconoscere tutti i momenti giusti e creare una straordinaria sinergia con i loro cori, urlando imitazioni e commenti: “Hey mate” continua così!
    • Tifosi francesi Oh la la, ce magnifique, Mon Cherie. I tifosi francesi vogliono solo apparire al meglio. Certo, possono sembrare coinvolti da una partita, ma mai a livello degli italiani. Ai tifosi francesi sembra manchi spesso qualcosa a livello di geografia. Perché tifare come dei toreri? Non riuscirò mai a capirlo.
    • Tifosi asiatici – Educati, silenziosi, riservati. I fan asiatici stanno ancora sviluppando la passione per il tennis, diciamo piuttosto che copiano i fan europei…
    • Tifosi serbi – Sono particolarmente appassionati di questo sport e orgogliosi dei loro giocatori. E come dargli torto? Una piccola nazione rappresentata da una schiera giocatori di tutto rispetto, guidati in primis da re Novak Djokovic.
    • Tifosi latino-americani – Non osate stuzzicare questi tifosi, sarebbe come andare a smuovere un vespaio. I tifosi latino americani sono sicuramente quelli che più si lasciano travolgere durante le partite di tennis. Il tennis per loro non è diverso da una partita di calcio…e sappiamo bene quanto può essere folle una partita di calcio con una tifoseria latina. Aspettatevi cose come monete e cuscini dei sedili che piovono sul campo. Olé!
    • Menzione d’onore – Tifosi Indiani – divertenti, hanno sì idea di quello che sta succedendo, ma se non è cricket allora forse non si presenteranno in massa all’evento. Se una partita procede lentamente non è raro sentirli urlare: “Hit out or get out!”. Oh, e se qualcuno non riesce a ricordare il nome di un giocatore, o non lo sa, probabilmente lo chiameranno “zio” … o “zia”. (uncle o aunty)

E voi? Fatemi sapere quanto siete d’accordo con questa lista (ricordate che l’elenco non è in un ordine preciso) e quali sono le vostre opinioni sugli appassionati di tennis di tutto il mondo!


Craig Gabriel
Traduzione a cura di We Are Tennis Italia