blog
home / BLOG / Vado al MAXXI

Vado al MAXXI

Pubblicato il 11 maggio 2013

È iniziato questa mattina il viaggio degli Internazionali BNL 2013. Un viaggio neanche tanto ideale o fantasioso, ma un vero e proprio percorso che ha portato la carovana del tennis nostrano dal suo luogo naturale, il Foro Italico, fino al Museo d'arte contemporanea, il MAXXI, per svolgere le abituali e consuete pratiche relative al sorteggio dei tabelloni principali. È l'inizio di quel viaggio che ci porterá all'attesa finale del 19 Maggio.

Anche quest'anno gli Internazionali BNL hanno avuto il loro varo in una splendida cornice romana. Alla suggestione di una cittá unica e straordinaria si è affiancato, in tutto il suo splendore il MAXXI, il Museo delle Arti del XXI secolo di Roma, inaugurato nel Maggio del 2010.
?Partiti dal Foro Italico a bordo di un bus scoperto a due piani, a fare compagnia a giornalisti e fotografi cinque guest star, cinque protagonisti del torneo: Roberta Vinci, Flavia Pennetta, Jelena Jankovic e i due maschietti Andreas Seppi e Fabio Fognini. Dopo il poetico e suggestivo viaggio dal Foro al Maxxi, con l'eccezionale passaggio, sul Ponte della Musica, ecco che entriamo nel clima agonistico del torneo.

La notizia che emerge subito a sorteggio ultimato è, senza dubbio, il derby tutto italiano che si consumerá al primo turno tra Fabio e Andreas, proprio i due illustri ospiti e padrini. Un evidente scherzo della Dea Bendata, o meglio, della mano di Jelena che, di fatto, ha estratto il nome di Seppi subito dopo quello di Fabio fra i 'noooo' generali.

?Di nuovo, verrebbe da dire. Perché anche a Montecarlo, qualche settimana fa, i due si sono affrontati al primo turno. In quell'occasione vinse Fognini che s'impose per 3-6, 6-4, 6-4. E non è finita qui. Chi andrá avanti, al secondo turno si ritroverá al cospetto di Nadal.

Tra le donne, invece, i possibili derby potrebbero presentarsi più avanti. E neanche troppo. Sono infatti tre le possibili sfide fratricide al 2° turno: Vinci-Burnett, Errani-Knapp e Pennetta-Schiavone.

Da domani si fa sul serio.