blog
home / BLOG / INDIAN WELLS TRA CONFERME E SORPRESE

INDIAN WELLS TRA CONFERME E SORPRESE

Pubblicato il 16 marzo 2018

Roger Federer che si garantisce di restare in vetta al ranking mondiale per almeno altre due settimane battendo il sempre più solido Chung. E ancora Milos Raonic rinato dopo un lungo periodo buio e Juan Martin Del Potro a caccia del secondo acuto di fila dopo il trionfo di Acapulco. Ma pure la coppia di guastafeste Kohlschreiber-Querrey, e il rampante Borna Coric, a segno su Kevin Anderson dopo una maratona chiusa al tie-break del terzo set. Sono questi i giocatori che si contendono il primo Masters 1000 stagionale sui campi di Indian Wells, dove Re Roger prova a conquistare il titolo numero sei, il secondo di fila. Il basilese ha cominciato a vincere sul cemento della California nel 2004, quando avviò un serie di tre centri consecutivi, ma in seguito il torneo americano non gli è stato così amico, tanto da riuscire a portare a casa un solo trionfo nei seguenti dieci anni.

Adesso per lui c'è Borna Coric, il croato che a 21 anni pare aver trovato una continuità accettabile per essere competitivo quando serve. Con il contributo del coach comasco Riccardo Piatti, Coric sta acquisendo maturità per far rendere al massimo il suo talento, e contro Federer proverà a far meglio dell'unico precedente, datato 2015 nel torneo di Dubai, quando riuscì a raccogliere solamente tre game. Sono un turno più indietro, invece, gli altri: Raonic alle prese con Sam Querrey, Del Potro di fronte al tedesco Kohlschreiber, per due incontri aperti che potrebbero pure lanciare verso la finale un giocatore decisamente poco atteso. La storia di Indian Wells al maschile, negli ultimi anni, ha quasi sempre visto i grandi favoriti arrivare al traguardo. Con l'eccezione di Ivan Ljubicic, attuale coach di Federer, che vinse nel 2010.

Conferme e sorprese pure tra le donne, dove a fare da contraltare alla presenza in semifinale di Simona Halep e Venus Williams, ci sono due ragazze poco abituate ai grandi palcoscenici. E se la ventenne Daria Kasatkina (capace di lasciare due game alla Kerber) è già numero 19 al mondo e vanta un titolo Wta (oltre a un ottavo agli Us Open nel 2017), chi è davvero inesperta a questo livello è Naomi Osaka. Scattata dai blocchi come numero 44 al mondo, la nipponica è a un passo dalle top 30 e sembra destinata a far parlare molto di sé durante il resto della stagione. D'altra parte il suo gioco così esuberante e i suoi colpi pesantissimi le hanno già garantito l'attenzione di giornali e televisioni di tutto il mondo, attratti da un personaggio che ha tutte le caratteristiche per sfondare anche a livello mediatico. Intanto, Naomi ha preso a pallate l'ex numero 1 Sharapova, Radwanska e Pliskova, e adesso si ritrova a giocarsi un posto in finale contro la numero 1 del mondo Halep. Che non può stare affatto tranquilla, vista la condizione mostrata sin qui dalla rivale.