blog
home / BLOG / Trova il giocatore nascosto

Trova il giocatore nascosto

Pubblicato il 18 maggio 2012

C’è un giocatore un po’ particolare tra le righe del tabellone rosso lungo il vialone del Foro Italico.

E’ un giocatore “vorace”; s’insinua nei giocatori come un virus-temporaneo (come immagine pensate al globulo rosso della serie tv “Esplorando il corpo umano”). Va e viene all’interno delle partite, come il segnale del wi-fi del vostro pc.

E’ il sig. Braccino.

Proprio così: compare a sorpresa sia tra gli uomini che tra le donne. E solo nei momenti cruciali. Un 30-40. Un A-40. Il giocatore alla battuta o alla risposta, non fa differenza, ne viene attratto a sua insaputa. Il suo braccio forte e potente si fa sig. Braccino.

Ha tantissimi soprannomi, tra tutti “paura di vincere”.

La pallina sembra bruciare – nessuna colpa in questo caso al clima torrido – come se fosse “palla che scotta” (ci avete giocato da piccoli? Quando si conta fino a 1 minuto e chi alla fine si ritrova la palla in mano perde?).

Molte volte il tennista butta la pallina di là sperando che il sig. Braccino s’impossessi dell’avversario inducendo all’errore. Perché il sig. Braccino ha il dono dell’ubiquità. E’ democratico. Ed è, soprattutto, molto anziano.

Quanti campioni sono caduti a pochi passi dal trionfo? Quanti non campioni sono rimasti “non” perché il sig. Braccino è entrato nei loro muscoli?

Siamo sicuri che anche quest’anno arriverà lontano, molto lontano. Regalandoci sorprese, come suo solito.