blog
home / BLOG / Tra calici e racchetta

Tra calici e racchetta

Pubblicato il 7 maggio 2012

Eleganza, struttura, maturazione. Termini molto in voga nel mondo della racchetta. Ma non solo; per esempio tra gli appassionati di vino.

E allora perché non ‘giocare’ tra i top player mondiali e le bottiglie internazionali più famose? Premessa: è un gioco e dunque soggetto a molte interpretazioni. Viaggiare con la fantasia però non costa nulla. E allora si parte! Calici alla mano…

Novak Djokovic? Decisamente un Etna Rosso Doc. Perché è molto radicato nel territorio, è stato “scoperto” da pochi anni ma ha le potenzialità di un grande vino rosso da invecchiamento. Non è mai banale e in ogni superficie, scusate, però ogni terroir ha un suo modo di esprimersi. Come Novak nella direttrice Parigi-­Londra.

Rafa Nadal? Un Rioja spagnolo.
Rosso e strutturato come la sua terra, caldo alla bocca e fruttato nei profumi.
Un vino avvolgente, come il suo tennis. DifQicile non appassionarsi una volta provato!

Roger Federer? Sicuramente un Barolo italiano.
Elegante Qin dalla nascita, adatto all’invecchiamento come alla conoscenza. Un vino che rimane tra gli annali. E Roger, tra gli annali, ha già messo spesso la sua Qirma.

Maria Sharapova? Champagne! C’è qualcosa di più glamour, più ricco e più rinomato di questo accostamento? Come le bolle francesi hanno fatto il giro del mondo tra le tavole più facoltose, così Maria ha scommesso su se stessa e il suo brand. Forse anche prima del suo tennis. Flut.

Francesca Schiavone? Un lambrusco emiliano. Tutta vivacità, frizzante, determinata ed a volte sottovalutata. L’accostamento tra pane e salame è il lambrusco! L’accostamento tra Francesca e il rosso è Parigi (speriamo ancora!).

Facciamo un ulteriore sforzo… guardiamo al passato.

John McEnroe? Un Pinot Noir della Borgogna. Così favoloso ma così scontroso, solo per intenditori.

Bjorn Borg? Un Riesling tedesco.
Asciutto, a volte molto acido, ma introvabile nel resto del mondo. Come era il suo tennis.

Che ne dite? Ci facciamo un altro bicchiere?

 

image credits: y.caradec on Flickr