blog
home / BLOG / Sinner a caccia della semifinale agli Internazionali BNL d’Italia

Sinner a caccia della semifinale agli Internazionali BNL d’Italia

Pubblicato il 13 maggio 2022

La sfida di Jannik Sinner a Stefanos Tsitsipas (la terza a Roma), i canadesi a caccia delle semifinali e un paio di partite femminili tutte da seguire. Ecco i match clou del venerdì dei quarti di finale agli IBI22.

SINNER VS TSITSIPAS

I precedenti sono agrodolci. Il ricordo della vittoria a Roma nel 2021 potrebbe dare a Jannik Sinner una spinta importante, ma quella netta sconfitta patita in Australia pochi mesi fa rimane uno dei momenti più dolorosi per l’azzurro. Stefanos Tsitsipas, fin qui, a Roma non ha brillato. Ha vinto perché ha talento e quando accende la luce può mettere in fila un po’ tutti. Quando questa luce si spegne, tuttavia, diventa (quasi) un giocatore normale. Sinner avrà il compito di trovare una chiave per restare in partita, per poi cercare di mettere la freccia nei momenti chiave. È una partita difficile, ma possibile: la semifinale è un obiettivo e non un sogno.

RUUD VS SHAPOVALOV

Confronto di stili nel terzo match sul campo centrale, fra il norvegese Casper Ruud e il canadese Denis Shapovalov. ‘Shapo’ ha battuto Rafael Nadal approfittando dell’ormai noto problema al piede del maiorchino, capace di dominare nel primo set e poi sofferente per i restanti due parziali. Rafa non contempla il ritiro e dunque è rimasto in campo fino alla fine, ma per avere maggiori conferme sulla condizione di Shapovalov serve proprio una sfida dura come quella contro Ruud. Il quale, peraltro, nel 2020 raggiunse la semifinale dopo aver dato un dispiacere agli azzurri, battendo Matteo Berrettini nei quarti di finale.

DJOKOVIC VS AUGER-ALIASSIME

Tecnicamente, è la sfida più interessante della giornata in campo maschile. L’incontro che chiude il programma serale sul Centrale è meno scontato di quanto potrebbe apparire. Perché Novak Djokovic non ha ancora mostrato una forma all’altezza delle sue migliori giornate, mentre Felix Auger-Aliassime appare in crescita costante. A Madrid, approfittando anche delle condizioni più veloci, ha raggiunto i quarti dominando Garin e Sinner, prima di cedere a Zverev. A Roma punta a fare meglio, anche se ha già speso parecchie energie nei turni precedenti. Per il numero 1 del mondo si tratta di un test importante sulla strada verso il Roland Garros.

JABEUR VS SAKKARI

Il terzo incontro sul Grand Stand mette di fronte due delle giocatrici più amate dal pubblico, due ragazze che fanno dell’entusiasmo e della personalità un loro punto di forza. Ons Jabeur sta vivendo il migliore momento della carriera, con il titolo di Madrid in tasca e un torneo di Roma vissuto sin qui senza troppa pressione. Maria Sakkari, allo stesso modo, sta crescendo di giorno in giorno, anche se dopo la finale raggiunta a Indian Wells ha avuto qualche problema (anche fisico) da risolvere. I precedenti (2-1) e la classifica (4 contro 7) dicono che la greca è in leggero vantaggio, ma il talento della tunisina potrebbe cambiare le carte in tavola.

SWIATEK VS ANDREESCU

La numero 1 del mondo – giunta alla spaventosa cifra di 25 partite vinta di fila – fin qui è stata sostanzialmente intoccabile. Nemmeno i colpi robusti di Victoria Azarenka, alla lunga, hanno fiaccato la sua resistenza. Dopo un primo set infinito, Iga Swiatek ha cambiato marcia mettendo tra sé e l’avversaria una distanza incolmabile. Detto questo, Bianca Andreescu è una delle giocatrici dal maggior potenziale nell’intero tour femminile. Una ragazza che pare stia tornando quella capace di vincere gli Us Open, e che potrebbe davvero rientrare in gioco per i tornei che contano. Anche sulla terra, che resta però la superficie meno favorevole per il suo tennis.