blog
home / BLOG / 1° TURNO ROLAND GARROS

1° TURNO ROLAND GARROS

Pubblicato il 29 maggio 2019

I big avanzano, almeno in campo maschile, senza troppi pericoli. Fatta eccezione per il solito Zverev, che se la cava al quinto contro Millman. Tra le donne, invece, già fuori Kerber e Wozniacki, mentre si salva per un soffio Naomi Osaka. Italiani in chiaroscuro: brillano Fognini, Berrettini e Caruso, oltre al doppio Berrettini/Sonego.

NOLE E RAFA OK

I due grandi favoriti del torneo sono entrati in gara perdendo complessivamente 14 game. In due. E se la comoda vittoria di Rafael Nadal sul tedesco Hanfmann non è certo sorprendente, si pensava potesse avere qualche problema in più Novak Djokovic, atteso da un esordio insidioso contro l’emergente polacco Hubert Hurkacz. Invece è finita 6-4 6-2 6-2, con il serbo che non è mai stato impensierito. Ha pesato la superficie, sulla quale Hurkacz ha poca esperienza e forse ancora meno attitudine, ma Nole ha comunque destato un’ottima impressione. La sensazione è che trovare un giocatore in grado di dar fastidio ai primi due, entro le semifinale, sia impresa quasi impossibile.

SHAPO E MEDVEDEV KO

Ci sono già due tonfi che fanno parecchio rumore, in campo maschile. Uno è quello di Denis Shapovalov, il 20enne canadese che ha talento da vendere ma deve imparare a gestirlo. E a soffrire. Contro il tedesco Struff, che non si batte mai da solo, ‘Shapo’ ha preso una stesa, tre set a zero, che fa più male del furto subito in albergo, dove è stato derubato del suo zaino. Per lui, Parigi è da dimenticare. Come per un francese d’adozione, Daniil Medvedev, rimontato da un francese doc, Pierre-Hugues Herbert. Il russo è fortissimo e salirà ancora, ma deve avere pazienza.

LA REGINA SI SALVA

La regina è viva, viva la regina. Naomi Osaka è ancora nel torneo, ma ha rischiato moltissimo già al primo turno. Opposta alla slovacca Anna Karolina Schmiedlova, che ha un passato da numero 26 Wta ma un presente incerto, la giapponese ha faticato a entrare nel match cedendo a zero (e in 23 minuti) il parziale di apertura. Nel secondo, la numero 1 al mondo si è trovata per due volte a rispondere per restare in partita, sul 5-4 e sul 6-5, ma in entrambi i casi ha respinto al mittente i sogni della rivale, per poi dominare al terzo. Inutile dire che non abbia convinto, ma chissà che lo spavento non la aiuti nei prossimi match.

DOPPIA GIOIA

Lorenzo Sonego e Matteo Berrettini non sono proprio doppisti nati, ma in doppio sono riusciti a mettere a segno una bella impresa. Al primo turno, il piemontese e il romano hanno fatto fuori la coppia testa di serie numero 2 del seeding parigino, quella composta da Jamie Murray e Bruno Soares, top 10 della categoria ma in odore di scioglimento. Una rimonta conclusa dal tie-break del terzo set ha permesso al duo azzurro di spalancarsi il tabellone. Il servizio di Matteo e la difesa di Lorenzo potrebbero rappresentare una combinazione difficile da affrontare anche per altri specialisti.

DERBY D’ITALIA

Come ogni derby che si rispetti, la tensione si è presentata per entrambi i giocatori. Ma alla fine il match è andato secondo logica. Fabio Fognini ha superato Andreas Seppi in quattro set, cominciando nel migliore dei modi il Roland Garros che lo vede in pista con due obiettivi: ripetere (almeno) gli ottavi di finale dello scorso anno e prendersi un posto tra i top 10 Atp. In corsa, oltre al ligure, ci sono Marin Cilic, Karen Khachanov, Juan Martin Del Potro e Borna Coric. Mentre il numero 9 John Isner, che non è in gara a Parigi, rischia seriamente di ritrovarsi parecchio più indietro a fine torneo.