blog
home / BLOG / Una ventenne passeggia per Londra

Una ventenne passeggia per Londra

Pubblicato il 30 giugno 2012

Il suo primo urlo (un pianto) lo ha emesso il 30 dicembre del 1991, una notte fredda a Macerata. A 5 anni, racchetta alla mano, il papà Sergio la indirizzava con duri allenamenti sui campi da tennis.

A 7 anni, nel 1998, quando a Wimbledon trionfava l’era Sampras, Adriano Panatta la paragonava proprio all’amico-rivale di Pete Andrè Agassi.

Camila Giorgi ora di anni ne ha venti, lunghi capelli biondi e un fisico d’atleta. Sbarca agli ottavi del prestigioso torneo dell’erba verde dopo aver superato in due set la russa (ma quante ce ne sono nel circuito!?) Petrova. Ad attenderla per il prossimo match Agnieszka
Radwanska (n.3 al mondo) che si è sbarazzata della britannica Watson alla velocità della bevuta di un the.

Nadia Petrova si chiederà: “ma chi è questa italiana dal nome ‘senza una L’ che mi batte sempre?

Memphis, primo torneo del circuito WTA al quale accede Camila, e lei, Nadia, testa di serie n.1.
Punteggio finale: 6-4, 6-2 per l’italiana in un’oretta e poco più.

Londra le piace, non c’è dubbio. Se n’è accorta anche Flavia-pulcino-Pennetta, sconfitta nel derby del primo turno. Sembra proprio a suo agio tra le “stanze” dell’All England Club, meno a Parigi dove non è ancora riuscita ad entrare nel main draw.

Che sia nata una promessa? Silenziosamente aspettiamo…
Nel frattempo ci sorseggiamo un the vista Big Ben.