blog
home / BLOG / Chi saranno i finalisti degli Internazionali BNL d’Italia?

Chi saranno i finalisti degli Internazionali BNL d’Italia?

Pubblicato il 14 maggio 2022

Agli IBI22 si decidono i finalisti. Tra gli uomini, Novak Djokovic è favorito per il titolo numero 6 a Roma. Tra le donne, Iga Swiatek punta al bis (e al quinto torneo di fila). Speranza azzurra con Fognini/Bolelli in doppio.

ZVEREV VS TSITSIPAS

La semifinale della parte bassa del draw maschile è ormai uno dei classici della nuova generazione. Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev si sono già affrontati 11 volte, con il greco avanti per 7-4 e per 3-1 sulla terra battuta. Tuttavia, l’ultimo precedente (a Madrid) ha visto il successo di Zverev in tre set, e anche la sfida di Roma appare molto equilibrata. Se Tsitsipas confermerà la crescita costante mostrata nel torneo, potrebbe ambire alla finale e poi puntare al terzo Masters 1000 della carriera, dopo i due trionfi consecutivi a Monte-Carlo.

DJOKOVIC VS RUUD

Novak Djokovic si avvia a grandi passi verso la condizione ideale per affrontare il Roland Garros da primo favorito. Le insidie contro Felix Auger-Aliassime non erano poche, eppure il serbo ha saputo tenere a bada il rivale, conquistando la vittoria numero 999 in carriera. Per fare 1000, Nole ha bisogno adesso di un’altra prestazione convincente contro Casper Ruud, uno che sulla terra si esalta e che negli ultimi due anni ha vinto tantissimo. C’è un precedente, agli Internazionali BNL d’Italia, nel torneo andato in scena fuori stagione due anni fa: in semifinale vinse Nole, che poi si sarebbe ripetuto alle Nitto Atp Finals di Torino.

SWIATEK VS SABALENKA

Delle due semifinali femminili, è quella più nobile e quella che propone un tennis più moderno, più votato alla pressione costante. Iga Swiatek e Aryna Sabalenka, tuttavia, sono molto diverse tra loro: la polacca costruisce, la bielorussa tende a distruggere il gioco altrui. Iga ha una striscia aperta di 26 vittorie consecutive, e a Roma cerca il titolo numero 5 negli ultimi 5 tornei disputati. Un cammino da numero 1 vera, non casuale come forse qualcuno aveva pensato, ricordando le tante che si sono alternate al vertice del Tour Wta negli ultimi anni. Tra Swiatek e Sabalenka ci sono tre precedenti, ma l’unico sulla terra – la finale di Stoccarda – lo ha dominato la polacca con un duplice 6-2.

JABEUR VS KASATKINA

Jabeur contro Kasatkina è la semifinale delle giocatrici che, invece di provare a sfondare di potenza, cercano di vincere usando la testa e gli schemi. Ons Jabeur sta vivendo il momento migliore della carriera, vanta 10 partite vinte di fila che le permettono di avere totale fiducia nel proprio tennis e un titolo di Madrid che l’ha consacrata grande, al di là di ogni dubbio. La russa Daria Kasatkina, però, è tra quelle che non si dovrebbero far spaventare dal tennis diverso della tunisina. La stessa Kasatkina si affida alla costruzione del punto, per battere le rivali. Il bilancio è di 3-2 per la Jabeur, 1-0 su terra.

BOLELLI/FOGNINI VS MEKTIC/PAVIC

Si tratta dell’ultima presenza tricolore nel torneo, e di un gustoso anticipo della prossima sfida di Davis, visto che Italia e Croazia si ritroveranno nuovamente di fronte a Bologna in settembre, nel girone preliminare della competizione che assegna l’Insalatiera. Fabio Fognini e Simone Bolelli si sono ritrovati dopo diversi anni e stanno costruendo un’ottima stagione, con l’obiettivo Nitto Atp Finals affatto lontano. Mektic e Pavic sono però tra i migliori doppisti del mondo, e sono senza dubbio i favoriti nel Masters 1000 romano. La chiusura del programma sul Centrale promette scintille.