blog
home / BLOG / Agli internazionali BNL d’Italia è il giorno di Nadal, Zverev, Tsitsipas e del derby azzurro

Agli internazionali BNL d’Italia è il giorno di Nadal, Zverev, Tsitsipas e del derby azzurro

Pubblicato il 11 maggio 2022

Mercoledì di fuoco agli IBI22: oltre al derby Sinner-Fognini, c’è una sfida tra opposti come Nadal-Isner e un test severo per un Wawrinka che vuol tornare grande.

NADAL VS ISNER

Il bilancio dei precedenti non dovrebbe lasciare dubbi: 7-0 in favore di Rafa. Tuttavia, negli occhi degli appassionati torna sempre quella partita del Roland Garros, anno 2011, primo turno, nella quale John Isner seppe andare avanti per due set a uno, creando tanti problemi al re della terra, prima di arrendersi al quinto. Il 37enne Isner nel frattempo è invecchiato, non è più quello di allora, ma lo stesso si potrebbe dire del quasi 36enne Nadal. Il Centrale romano, veloce ma non troppo, dovrebbe consentire una bella battaglia di stili, tra uno dei migliori servizi e una delle migliori risposte del circuito.

DIMITROV VS TSITSIPAS

Quella tra Grigor Dimitrov e Stefanos Tsitsipas è una delle partite più belle che si possano vedere oggi nel Tour maschile. Nel senso che entrambi incarnano la bellezza dei gesti, l’efficacia (soprattutto per il greco) unita all’estetica. I precedenti dicono 4-1 Tsitsipas, e in particolare ci sono le due partite di quest’anno sulla terra – tra Barcellona e Madrid – a spingere il numero 5 del mondo verso il passaggio del turno. Detto ciò, un’occhiata all’incontro la daranno in tanti, sperando che Dimitrov si alzi dal letto col piede giusto e sia in una di quelle giornate in cui si ricorda di essere un campione.

DJERE VS WAWRINKA

Stan Wawrinka, il suo torneo, lo ha quasi già vinto battendo al primo turno (in rimonta) Reilly Opelka, semifinalista della passata edizione. Ma adesso Stan ci avrà probabilmente preso gusto, e allora perché non andare oltre, perché non sognare di prendere questa edizione degli Internazionali BNL d’Italia come il punto di svolta della sua seconda (o terza) carriera? Il problema sta – come sempre – nell’avversario: il serbo Laslo Djere (59 Atp) non è di quelli che si prendono i titoli sui giornali, ma sulla terra è un cliente durissimo. Un test che – se passato – darebbe slancio alle ambizioni di ritorno dello svizzero.

JABEUR VS TOMLJANOVIC

Il 6-0 7-6 con cui Ons Jabeur ha superato Sorana Cirstea al primo turno ha fatto capire che la tunisina non è affatto sazia, dopo l’impresa di Madrid. Dopo aver centrato il suo primo 1000, Ons vuole proseguire nel suo momento d’oro, spingere sull’acceleratore e mostrare che quel tennis lì, tutto talento e invenzioni, ha meno bisogno degli altri di ritagliarsi un tempo di recupero. Contro Ajla Tomljanovic sarà un match interessante, peraltro alla portata di tutti visto che parliamo del quinto incontro sul campo 2. Con un’altra vittoria, la numero 7 del mondo farebbe un altro passo in una sezione inferiore del draw dove è senza dubbio tra le favorite.

MUGURUZA VS PUTINTSEVA

La vincente della sfida Jabeur-Tomljanovic troverà poi al turno successivo chi uscirà dal confronto tra Garbine Muguruza e Yulia Putintseva. Per la spagnola è l’esordio nel torneo dopo il bye al primo turno, mentre la kazaka nata a Mosca ha eliminato dopo una battaglia di tre set la slovena Kaja Juvan. Per Garbine non saranno più i tempi del numero 1 Wta e delle vittorie Slam ma, in fondo, il talento è rimasto lo stesso. E la voglia di uscire da un lungo periodo di incertezza è certamente una spinta importante per considerarla tra le osservate speciali al Foro Italico.

TAGS #IBI22