blog
home / BLOG / OGGI SPOSI

OGGI SPOSI

Pubblicato il 13 giugno 2016

È la coppia del momento per lo sport italiano. Ed è la coppia del momento pure per il tennis mondiale. Flavia Pennetta e Fabio Fognini si sposano a Ostuni, Puglia, invitando pochi intimi – 200 persone in tutto – per il loro giorno più importante. Riportando alla memoria le storie di altre coppie di colleghi approdate all'altare. La più famosa? Probabilmente quella composta da Andre Agassi e Steffi Graf, trenta Slam in due, sposati dall'ottobre del 2001 e ancora felicemente insieme, con due bambini a suggellare il loro amore. Ma tra le coppie tennistiche non si può non citare quella formata da Roger Federer e Mirka Vavrinec, perché lei, prima di diventare manager a tempo pieno del 'Migliore di sempre', è stata una giocatrice di tutto rispetto: numero 76 al mondo come best ranking, giusto un anno prima del ritiro.

 

Poi c'è pure chi, nel trovare come compagna di vita una collega, non ha raggiunto esattamente la stessa serenità. Anzi. Che dire di Radek Stepanek, il ceco che è stato sposato con la connazionale Nicole Vaidisova (numero 7 Wta nel 2007), e che in seguito ha avuto una relazione con Petra Kvitova (numero 2 nel 2011). Ora, per sua stessa ammissione: 'basta tenniste'. Il motivo? “Una collega capisce cosa ti succede quando ti alleni, giochi i tornei e viaggi in continuazione, ma le vite sono inevitabilmente troppo lontane, troppo diverse”. Bella scoperta, direbbe qualcuno. Un'altra che ha vissuto avventure travagliate è la svizzera Martina Hingis, prima con lo svedese Magnus Norman, poi con lo stesso Radek Stepanek. In tutti i casi senza esito positivo. L'ultimo tra i top player che non ha portato a buon fine la sua love story racchettara è un altro ceco, Thomas Berdych, a lungo fidanzato con Lucie Safarova prima dell'addio.

 

Pennetta e Fognini, ufficialmente, hanno cominciato la loro frequentazione poco più di due anni fa. E il legame è apparso subito solidissimo. Un legame che peraltro ha fatto bene a entrambi. Il primo a trarne giovamento fu il ligure, che ottenne il best ranking (numero 13) nel marzo del 2014, quando cominciavano a farsi largo le prime voci. Poi è stata la brindisina a mettere il turbo, con il gran finale del successo agli Us Open dello scorso anno, con annesso colpo di teatro, il ritiro dalle scene. Insomma, un fidanzamento che ha portato frutti (malgrado gli alti e bassi di Fognini) e che è approdato rapidamente alla conclusione più bella.

 

Flavia in più interviste ha dichiarato che adesso le piacerebbe dedicarsi alla famiglia, fare la mamma. E poi, solo in seguito, tornare al tennis per dare una mano al movimento tricolore con la sua esperienza. Mentre Fabio è nel pieno della carriera, nel pieno di un percorso che potrebbe non avere ancora raggiunto l'apice, e che potrebbe regalare all'azzurro tante soddisfazioni. Perché sono diversi gli esempi di tennisti che proprio in una relazione stabile, solida e serena, hanno trovato la forza per rendere al meglio. Federer, Nadal e Djokovic, per citarne tre. Chissà che da oggi, più che mai, sia proprio Flavia l'arma in più di Fognini.