blog
home / BLOG / AGGIORNAMENTO AZZURRO

AGGIORNAMENTO AZZURRO

Pubblicato il 13 febbraio 2015

Sconfitta condivisa, partendo da sfavoriti nel pronostico, per Andreas Seppi e Simone Bolelli a Rotterdam. Quarti di finale condivisi, dall’altra parte del mondo, per Fabio Fognini e Luca Vanni nelll’ATP 250 di San Paolo.

L’Italia maschile dei due volti e dei due continenti è questa. L’altoatesino, dopo aver perso la finale di Zagabria lo scorso weekend, si è arreso alla testa di serie numero tre del torneo olandese, ovvero Tomas Berdych. “Un massacro tennistico” nel primo set per il ceco, capace di infliggere un pesante 6-0 al nostro secondo miglior giocatore del circuito. L’uomo di Wallachisch Meseritsch ha iniziato con il piede giusta la stagione della verità: vittoria contro Nadal agli Australian Open e voglia di difendere qui il titolo conquistato dodici mesi fa. Ma non aveva fatto i conti con Andreas, tenace come sempre e capace di ribaltare il punteggio con un 6-3 nella seconda frazione. La classe del ceco, qualche debolezza fisica dell’italiano (tour de force costante da inizio 2015) e il break decisivo del quarto game portano Tomas a giocarsi i quarti di finale sul veloce “verde” olandese contro Gaël Monfils, sognando una semifinale dal gusto della rivincita contro Andy Murray, testa di serie numero 1 del tabellone, anch’egli prossimamente impegnato con un francese, Gilles Simon.

Nulla da fare nella parte più bassa del draw. Diciassette ace e un martellamento costante di rendimento al servizio permettevano al bombardiere Milos Raonic di vincere contro Bolelli in due set. Primo parziale scappato via con troppa facilità, secondo portato fino al tie-break ma senza nemmeno un’opportunità di strappare il servizio del canadese di origine montenegrine. Una sconfitta che non deve inficiare il buon tennis espresso dal ragazzo allenato da Renzo Furlan.

E il suo compagno vincente di doppio del primo Slam dell’anno? Fognini ha scelto il caldo e il rosso per accumulare punti in classifica. In Brasile Fabio ha battuto al suo esordio nel torneo carioca l'argentino Diego Schwartzman, numero 66 del mondo. Il prossimo appuntamento, questo pomeriggio, contro il colombiano Santiago Giraldo, con un bilancio a favore dell’italiano per 4 a 2. Partita strana quella di Fognini, un po’ nel suo stile: parte bene, si fa recuperare, sembra sul punto di incassare una nuova sconfitta ma poi riesce a portare a casa il successo. La sfida con Giraldo, un giocatore difficile da affrontare sul rosso (arrivò in finale a Barcellona lo scorso anno), ci dirà qualcosa di più.

Il sorriso più grande arriva da Luca Vanni. L’aretino, attualmente numero 149 del mondo, è entrato in tabellone dalle qualificazioni. Contro il tedesco Thiemo De Bakker passa per la prima volta al secondo turno di un torneo maggiore, dopo quasi due ore di gioco e tre set combattuti. Che sia l’inizio di una vita tennista quando l’anagrafe segna trent’anni? 

Una carriera costellata da moltissimi infortuni e tanti tornei Challenger. Ora vuole entrare tra i primi cento del mondo. Per un giovanotto che era sceso fino al numero 800 è già una piccola rivincita.