blog
home / BLOG / BUON APPETITO

BUON APPETITO

Pubblicato il 17 maggio 2013

Spaghetti, pollo, insalitina e una tazzina di caffè… faceva così il ritornello di una vecchia canzone. Non fa certo così, invece, per i tennisti in gara agli Internazionali BNL di Roma.
Malgrado il nostro Paese possa offrire una varietà unica al mondo di cibi e gusti, e nonostante la dieta mediterranea sia riconosciuta come un patrimonio dell’Unesco, i vari Nadal, Federer e compagnia debbono sempre e comunque mantenere un rigido regime alimentare.

Ce lo spiega Patrizio Piattelli, direttore del ristorante posizionato all’interno del Centrale: 
I prodotti fissi che compongono il menu vanno dai classici spaghetti, agli gnocchi, al riso. Poi abbiamo il pollo al curry, formaggi e i salumi nostrani. Ma i tennisti, specialmente se ancora in competizione, consumano soprattutto pasta o riso in bianco, pollo e verdure alla griglia e difficilmente si lasciano andare ad eccessi o strappi alla regola. Se poi vengono eliminati, a volte, si concedono qualche lusso come la treccia di Bufala che riscuote sempre un grande successo.” Un successone, potremmo dire, visto che durante la settimana del torneo si arrivano a consumare circa 40 chilogrammi al giorno di questa bontà nostrana. Ma i numeri non finiscono certo qui. Cinquanta sono i chili di pasta che si consumano quotidianamente e 150 la richiesta giornaliera di banane

Da Patrizio, però, vogliamo qualche dettaglio in più. Chi è ad esempio il più goloso o quale il piatto preferito da qualcuno dei protagonisti: “Goloso non lo è praticamente nessuno. I dolci non vanno certo per la maggiore. Posso invece dire che la Pennetta vuole sempre il melone mentre la richiesta principale di Nadal, quest’anno, sono le zucchine lesse. Djokovic, invece, qualche volta ha preferito del pesce lessato alimento che generalmente non viene molto richiesto.”
Il ristorante diretto da Patrizio apre presto ed è sempre al servizio degli atleti anche a tarda sera, quando si chiude il programma. Un supporto praticamente continuo, addirittura anche in campo: “Molto spesso mi chiedono marmellata e miele che i tennisti mangiano durante il match."
Una cucina che dunque soddisfa in pieno le esigenze dei tennisti e che in realtà finisce per tentarli, come ha simpaticamente rivelato in conferenza stampa ‘Sora Serena Williams’: "Il mio souvenir di Roma? Un qualcosa che si accumula sui miei glutei. Pasta, gelato…" 

Che dire allora… Buon appetito?