blog
home / BLOG / Un bis con rivincita

Un bis con rivincita

Pubblicato il 5 novembre 2012

L’anno scorso, nella patria del gioco degli scacchi, la Repubblica Ceca riuscì a dare “regina matta” alla favorita Russia. Vittoria in Piazza Rossa, ritorno trionfale in patria. Quest’anno non c’era da prendere nessun volo e non c’era da timbrare nessun; la finale si giocava in casa, a Praga.

Il bis è stato servito.

Le ragazze boeme, sulle rive della Moldava, si laureano nuovamente campionesse di Fed Cup. Le sconfitte di quest’anno non sono più le russe Kuznetsova e Pavlyuchenkova bensì le serbe Jankovic e Ivanovic. Il ‘duello dell’Est’ ha permesso una grande rivincita per una giocatrice: Lucie Safarova.

Conosciuta più come ex compagna di Tomas Berdych che come singolarista, dodici mesi fa conseguò due punti su due alle russe. A distanza di un anno è lei a dare il trionfo alla squadra di casa battendo, senza esitazioni, l’ex numero uno del mondo Jelena Jankovic. Le lacrime si possono trasformare in sorrisi.

 

A 1.000 km di distanza, percorrendo in orizzontale l’Europa, si giunge a Parigi. Terra di conquista di David Ferrer.

Il paragone, forse scontato, ci viene però immediato. David batte Golia, alias Jerzy Janowicz (203 cm di tennista). Il qualificato polacco, dopo aver sconfitto l’unico FabFour rimansto nel tabellone – Murray – vede infrangersi il suo sogno in finale. David porta in terra spagnola il primo Master 1000 della sua carriera, molto spesso poco valorizzata ma di ottimo spessore.

Quest’anno è stato il migliore in diverse superfici, segno distintivo di un giocatore universale: dalla terra di Buenos Aires e Acapulco, all’erba di s-Hertogenbosch e sui “veloci” indoor di Valencia e Bercy.

Alla stagione maschile non resta che mettere lo smoking da sera per l’ultimo ballo da sua maestà: l’ATP World Tour Finals di Londra.