TRA MONTE-CARLO E PARIGI, LA MAGIA DI ROMA