blog
home / BLOG / Gli assenti hanno sempre torto

Gli assenti hanno sempre torto

Pubblicato il 1 novembre 2013

Con il sorteggio dell’order of play dei 2 giorni di gara si apre ufficialmente il week end della Finale del World Group di Fed Cup 2013 di Cagliari.

La squadra italiana composta da Sara Errani (7), Roberta Vinci (13), Flavia Pennetta (31) e Karin Knapp (41) sfida per la Coppa una formazione russa che brilla più per le assenze che per le giocatrici che scenderanno in campo. Agli ordini del Capitano Shamil Tarpishev scenderanno in campo Alisa Kleybanova, Alexandra Panova, Irina Khromacheva e Margarita Gasparyan (le ultime tre sono esordienti in Fed Cup).
Niente Sharapova (infortunata, forfait ampiamente preannunciato) e niente Vesnina, Pavlyuchenkova e Kirilenko che hanno preferito i dollari del Master B di Sofia. Assente anche la Kuznetsova. Insomma, in Sardegna non è esattamente atterrata un’Armata Rossa, visto che la giocatrice con la migliore classifica è la Panova, attualmente n. 136 del ranking mondiale.

Pronostico scontato? Finale dal fascino appannato? Coppa già in bacheca per le Azzurre?
Proprio no: le partite vanno vinte sul campo come dice Capitan Barazzutti e non c’è nessuno del Team Italia che sia men che super concentrato per centrare un poker di trionfi in Fed Cup che iscriverebbe questo gruppo di giocatrici, che tanto hanno giovato, anche a livello individuale, dalla partecipazione a questa manifestazione, nella storia del tennis mondiale. L’eventuale successo consentirebbe, infatti, all’Italtennis di appaiare proprio la Russia al vertice delle Nazioni con il maggior numero di vittorie (4). 
E poi sugli spalti non mancherà quello che con formula un po’ retorica, ma che in questo caso è azzeccata, si definisce “il pubblico delle grandi occasioni”. Il dato della biglietteria annuncia il sold out per i due giorni, con 5.000 tifosi sugli spalti del Tennis Club Cagliari sia sabato che domenica.
Questa fra Italia e Russia, due super potenze del tennis femminile, dominanti negli ultimi anni in questa competizione, è la sfida con la quale si celebra il cinquantennale della Fed Cup.
Spegnere le 50 candeline significa fare i conti con la tradizione e con le nuove sfide.
Per questo, proprio in questi giorni a Cagliari, l’ITF – che peraltro a sua volta festeggia il centenario – ha deciso una nuova collocazione nel calendario per la Finale di Fed Cup, che slitta di una settimana rispetto all’attuale collocazione (8-9 novembre 2014).
Niente più concomitanza con il WTA Tournament of Champions, quindi, nella convinzione che le Top Player troveranno motivazioni in più per rispondere alle convocazioni delle rispettive nazionali.
Ma c’è tempo per pensare al prossimo anno. Oggi c’è da concentrarsi su questa sfida, dimenticando il ranking, dimenticando le gerarchie e gli head-to-head: l’Italia dello sport in rosa ha una grande opportunità per continuare a distinguersi e a vincere. Le nostre ragazze lo sanno. Le nostre ragazze non deluderanno. Una finale è una Finale e in pochi si ricorderanno di Maria & Co. Che hanno deciso di non esserci. Poi tempo di vacanza, dopo una stagione interminabile.

Ecco l’ordine di gioco del week end:

Sabato 2 Novembre
H 12,30 
1^ match: R. Vinci vs A. Panova
A seguire 
2^ match: S. Errani vs I. Khromacheva

Domenica 3 Novembre
H 10,30 
1^ match: S. Errani vs Panova
A seguire 
2^ match: R. Vinci vs I. Khromacheva
A seguire 
33^ match: F. Pennetta – K. Knapp vs A. Kleybanova – M. Gasparyan

?