blog
home / BLOG / Il semestre sabbatico

Il semestre sabbatico

Pubblicato il 10 ottobre 2012

Molti economisti e diversi Capi di Governo lo ripetono quasi mensilmente. La crisi economica e sociale sta finendo, la fine del tunnel è vicina. Pensiamo quasi sia un ‘mantra’ di buon auspicio perché disoccupazione e crescita sembrano – verosimilmente – ancora lontane.

Faranno a gara con Rafa Nadal?! Anch’egli è alle prese con un lungo tunnel (la sua degenza causata dalla sindrome di Hoffa) e, come i politicanti, sia augura di vedere la fine prima di Capodanno. Potrebbe essere infatti un’esibizione (il 27 dicembre ad Abu Dhabi) il palcoscenico del ritorno del maiorchino sui campi di tennis, dopo l’uscita al secondo turno per mano del ceco Rosol da Wimbledon.

Da fine giugno a fine anno, quasi un semestre universitario. Lo studente spagnolo è rimasto molto isolato, snocciolando comunicati di non partecipazione prima all’Olimpiade – con annesa sostituzione del portabandiera – poi a New York per l’ultimo Slam dell’anno. In molti ne sentono la sua assenza: pubblico, appassionati, curiosi, sponsor.

Sembra un’eternità che Rafael Nadal Parera calca campi da tennis. 7 volte vittorioso a Parigi, 2 nella fredda Londra, 1 nella torrida Melbourne più gli US Open del 2010 e l’Olimpiade di Pechino. Un palmares da quarantenne pronto al ritiro piuttosto che di un ragazzo del 1986.

La domanda che riecheggia sulle spiagge ancora torride delle Baleari è: “Tornerà? E se sì, in che condizioni? Lo stesso quesito, in discipline diverse, è stato posto per Del Piero dopo il grave infortunio al ginocchio di Udine. Molti a dire “non è più quello di prima”. Il tempo diede ragione a Pinturicchio che portò a casa il Mondiale in Germania nel 2006.

Ancor peggiore fu il caso di Herman Maier. Lo sciatore austriaco, autentico dominatore del Circuito bianco, fu vittima di un terribile incidente in moto. “Herminator” rischiò addirittura l’amputazione dell’arto. Quattro anni dopo rivinse, per la quarta volta, la Coppa del Mondo.

I dubbi rimangono. Cambierà il suo modo di stare in campo oppure sarà lo stesso lottatore del rosso? Preserverà maggiormente il suo fisico o continuerà ad andare al 105% su ogni palla? Sarà più cicala o più formica?

Speriamo che i Re Magi, a gennaio, indichino a Rafa la strada da Maiorca all’Australia. In forma per un grande torneo, per un grande anno. Il semestre sabbatico dello studente spagnolo potrebbe essere finito.