blog
home / BLOG / Mancavano solo i calzari in pelle

Mancavano solo i calzari in pelle

Pubblicato il 6 giugno 2012

Fu teatro di una grande vittoria dei greci contro l’esercito persiano di Dario. Era il lontano 490 a.C.

Per dire ai “valorosi governanti della Polis di Atene” del trionfo, furono inviati baldi giovanotti che si fecero 42 km di corsa. Da Maratona ad Atene. Da qui il termine maratona (per la corsa, diventata molti anni dopo disciplina olimpica).

Roger e Juan Martin, Nole e Jo-Wilfried, Parigi 2012. Non siamo nell’antica Attica ma nella calorosa Parigi. Unico punto in

comune, oltre che la durata della prestazione, è la terra calpestata. Certo, i nostri tennisti non hanno indossato calzari di pelle e tuniche lunghe, ma hanno dato vita a prestazioni di altissimo livello.

E’ il trionfo del Grande Slam. Match infiniti che sembrano delineare una facile vittoria (per uno) e poi si trasformano in una lotta all’ultimo punto e il trionfo (dell’altro). Puoi anche lasciare sul campo 2 set per recuperare nel finale. Vedi Roger, leggi Nole.

I giovanotti di Maratona camminarono a spron battuto per proclamare la vittoria, i nostri tennisti hanno corso per inseguire il successo della domenica (non nel termine “casereccio” ma nella data della finale del Roland Garros).

Onere della armi – ma come in questo parallelo – a Del Potro e Tsonga.

Come non stancarsi un attimo per oltre 4 ore. A vederli così tanto lottare, una volta terminati i match, abbiamo dovuto fare stretching e una seduta di pilates anche noi. Stravolti ma soddisfatti.