Our website uses cookies. By using our website and agreeing to this policy, you consent to our use of cookies.

Mag By So Press

Close

GRANDE SFIDA: I NUMERI DI UN GRANDE SUCCESSO

Nuovo successo per la Grande Sfida, l’appuntamento tennistico tutto al femminile di fine anno a Milano. Alla seconda edizione, svoltasi sabato 1 dicembre, hanno partecipato le italiane Sara Errani e Roberta Vinci oltre alle ospiti internazionali Maria Sharapova (n.2 nella classifica WTA) e Ana Ivanovic, ex enfant prodige del circuito, in cerca di nuove soddisfazioni. La cornice di pubblico, come nella precedente edizione tra le sorelle Williams e il duo Schiavone-Pennetta, è stata da grande Slam. Il Mediolanum Forum di Milano era completo in ogni seggiolino, sia di appassionati tennisti, giovani e non, sia di curiosi. Ottima anche la copertura giornalistica e televisiva, segno che l’evento, seppur appartenente al rango dell’esibizione, ha attirato le attenzioni degli addetti ai lavori. Prima degli incontri (due singolari, Vinci-Ivanovic e Errani-Sharapova più il doppio Italia vs Russia-Serbia) le giocatrici hanno concesso alcuni scambi di gioco con le giovani promesse. Sono accorsi in moltissimi, dai più preparati ai più curiosi. Le ragazze, sempre sorridenti, hanno dato vita ad incontri al meglio di un set. Nel primo Ana Ivanovic è riuscita a vincere contro Roberta Vinci dopo una lunga battaglia; nel secondo Maria Sharapova si è imposta agevolmente sull’italiana Sara Errani, visibilmente emozionata per il calore del pubblico. La rivincita delle italiane è avvenuta grazie al match di doppio: la coppia bolognese-salentina, trionfatrice quest’anno a Parigi e New York, ha fatto valere la propria sintonia contro il duo improvvisato delle avversarie. Il pubblico, numeroso e rumoroso ma sempre educato nelle tradizioni del tennis, ha potuto assistere a incontri di buona fattura e carichi del giusto agonismo. La Grande Sfida ha avuto anche una vocazione benefica. Per ogni biglietto venduto è stato infatti devoluto 1 euro alla campagna Telethon. We Are Tennis ha avuto un ruolo centrale nella manifestazione. Oltre a raccontare e descrivere ogni momento delle atlete, con interviste personalizzate, ha organizzato una particolare asta. 4 campionesse, 7 ricordi autografati, un solo obiettivo: supportare la campagna Telethon. In palio racchette e outfit delle campionesse. Sono stati raccolti oltre 2.000 euro con più di 250 offerte complessive raccolte. Grazie a questi numeri non resta che dare appuntamento al prossimo anno.